Continua il restauro della Chiesa degli Scalzi

Proseguono i lavori di restauro della chiesa degli Scalzi per il ripristino della copertura ed il risanamento dell’intera struttura da lungo tempo inagibile.
Piazza dei cartaiIl progetto è seguito, a titolo gratuito, dall’Arch. Livio Farina, dall’Arch. Roberta Mattioni e dall’Ing. Stefano Stramaccioni, membri del Consiglio degli Affari Economici della parrocchia. Preziosa è stata la loro opera professionale nell’affrontare una situazione generale dell’edificio che si è subito evidenziata grave non soltanto per le precarie condizioni del tetto, ma anche per le difficili condizioni statiche dell’intero edificio.

Giusto le statue dei Santi tenevano in piedi questa chiesa” ha affermato l’Ing. Stramaccioni quando ci siamo incontrati per documentare i lavori nel breve filmato pubblicato in questa pagina. E non era solo una battuta.
Preliminare, infatti, a qualsiasi intervento è stata la puntellatura di tutti i solai interni per procedere, in primo luogo, al campanaconsolidamento della parete che si affaccia sulla piazza dei cartai. Quest’ultima manifestava un movimento di rotazione verso l’esterno con un importante distacco dal resto dell’edifico nell’angolo con la via dei cartai. Il distacco aveva coinvolto larga parte del solaio e della volta a cupola nei locali del primo piano.

Un altro intervento è stato rivolto alla copertura che presentava un cedimento da parte di un’architrave centrale che, nel tempo, era scesa determinando un vistoso avvallamento del tetto.

Particolarmente impressionante, poi, la situazione del campanile come l’Arch. Farina spiega nel filmato.

Cedimento del tettoRicordiamo che questo intervento, quanto mai necessario ed urgente, ha una previsione iniziale di spesa di circa 200.000 euro coperta per il 50% con il contributo dell’otto per mille per la chiesa cattolica, e già versato dalla CEI alla Diocesi, e per la restante quota dalla Parrocchia e dalla Confraternita dell’Annunziata.