Nella descrizione del servo sofferente nel libro del profeta Isaia vi è «l’icona di Gesù», della sua mitezza e della sua pazienza.
Questa pazienza di Dio è un mistero e lo si vede dall’atteggiamento di Gesù stesso nei confronti di Giuda, come descritto nel racconto dell’unzione di Betania secondo il vangelo di Giovanni (12, 1-11).
Dio è paziente come il padre del figliol prodigo che tutti i giorni aspettava il suo ritorno.
E se pensiamo a questo applicandolo a ciascuno di noi dal nostro cuore uscirà solo una parola: grazie.

I testi che pubblichiamo sono una sintesi degli articoli de L’Osservatore Romano (ed. quotidiana) sulle omelie feriali pronunciate da Papa Francesco nelle messe celebrate nella cappella della Domus Sanctae Marthae.

© Copyright – Libreria Editrice Vaticana